La tutela QUASI ampliata in caso di omesso mantenimento
9 Maggio 2018
Sono in crisi dammi un consiglio!
1 Aprile 2019

Caro Babbo Natale quest’anno vorrei…

CARO BABBO NATALE QUEST’ANNO VORREI…

Come affrontare le festività natalizie in separazione.

 

In vista delle feste natalizie è altamente probabile che nelle coppie separate si avverta un clima di particolare tensione dettato dalle eventuali difficoltà nell’organizzazione delle feste.

Chiaro che le maggiori difficoltà si riscontrano per la “divisione” dei giorni di festa dei figli.

Ma non fatevi prendere dal panico! Parola d’ordine? COLLABORAZIONE.

Sarebbe impossibile dettare una regola a priori, perché le esigenze familiari sono tante quante sono le famiglie e le norme devono offrire principi e non regole prefissate.

Nulla toglie che, nel caso in cui il regime di divisione delle festività natalizie sia stabilito in una sentenza ovvero in una ordinanza e siano subentrate diverse esigenze, i coniugi siano liberi di optare INSIEME per una diversa soluzione che possa AIUTARE I MINORI A TRASCORRERE MEGLIO LE FESTE.

Nessun giudice condannerebbe mai un intervento in tal senso dei coniugi, purchè frutto di un accordo tra i coniugi a tutela dei figli.

A questo punto non è difficile delineare le regole base, al di la di quanto definito in sede processuale, per affrontare al meglio le feste.

 

1° REGOLA: CONDIVIDERE LE TRADIZIONI DI FAMIGLIA

Nonostante i minori debbano accettare l’idea che i genitori siano ormai separati, nulla vieta la condivisione di momenti che, prima della separazione, venivano condivisi.

Pensiamo all’albero di Natale. Addobbarlo tutti insieme può essere un modo per dare un senso di continuità ai minori tra la “vecchia” situazione familiare e la “nuova”.

 

2° REGOLA: SCELTA CONDIVISA DAI GENITORI

I minori non avvertiranno alcun clima di tensione se la decisione su come trascorrere le festività natalizie sarà il risultato di un accordo tra i coniugi. Ovvio che, cari genitori, la regola per facilitare tali decisioni è dare precedenza alla serenità dei figli cercando di mettere da parte eventuali contrasti e permettendo agli stessi di trascorrere equamente le festività con entrambi i genitori.

Quale sarebbe la soluzione ottimale? Trascorrere INSIEME il giorno di Natale e Capodanno.

 

3° REGOLA: LAVORO DI SQUADRA

Famiglia vuol dire squadra…squadra non vuol dire “stretto nucleo familiare”.                                             Ciò vuol dire che a garantire una serena atmosfera giocano ruoli rilevanti non solo i genitori ma ANCHE i rispettivi parenti. Ricordiamoci sempre la parola chiave: COLLABORAZIONE.

Nonni e zii devono garantire un clima di serenità evitando momenti di imbarazzo o ancor più di discussione.

 

4° REGOLA: EVITARE LA COMPETIZIONE

Immaginate quanto potrebbe nuocere ai minori vedere i propri genitori in competizione.

Regali di Natale? Mai fare una gara tra chi regala il gioco più costoso o più desiderato. Trovare un accordo anche sulla scelta dei regali evita ulteriori conflitti. La scelta migliore? Optare per un regalo “Da mamma e papà”.

Poche e semplici regole per far si che Natale sia tale a 360° per genitori e figli e che regalerà il dono che vale più di ogni altro gioco da scartare: LA SERENITA’ IN FAMIGLIA..la vera magia del Natale.

“Il Natale viene a insegnarci come trovare la gioia di donare felicità e la gioia di essere gentile”

 

Con questa frase il nostro studio vi augura un sereno Natale e felice anno nuovo.

Ci vediamo l’anno prossimo.

Laura, Tiziana, Ylenia e Noemi.